» Home»Rubriche»Ambiente»A Spinazzola, commissariata la Raccolta Differenziata!

A Spinazzola, commissariata la Raccolta Differenziata!

Mercoledì, 21 Marzo 2012

46 comuni pugliesi fra i quali, quello di Spinazzola, sono stati commissariati con un provvedimento di nomina di “commissari ad acta” per non essere riusciti a varcare la soglia del 15% in materia di raccolta differenziata e per non aver presentato proposte riguardanti interventi per il potenziamento dei servizi dedicati a valersi sui fondi PO FESR 2007-2013.

Il provvedimento è stato adottato dalla Giunta Regionale su proposta dell'assessore alla Qualità dell'Ambiente Lorenzo Nicastro, chi ha ricordato che “Nel 2010, con delibera di Giunta nr. 2989, erano stati messi a disposizione dei comuni non capoluogo 23milioni di euro per dare uno stimolo forte ai sistemi di raccolta nell'ottica di una differenziata spinta, all'interno di una serie d’iniziative volte a migliorare il dato regionale. Con successivi provvedimenti - spiega ancora Nicastro - abbiamo più volte riaperto i termini, registrando tuttavia l'inerzia di alcuni comuni che non sono riusciti ad attingere alle risorse per concorrere proficuamente agli obiettivi regionali. Nonostante conclude Nicastro, l'esempio di nuove realtà virtuose come Rutigliano e San Severo, abbiano confermato che il risultato sia possibile e a portata di mano”.

“Questo provvedimento dice l’Assessore all’ambiente, è un ulteriore tentativo, parallelamente a un’ulteriore deroga dei tempi per l'accesso ai fondi, di responsabilizzare gli enti locali, di avviare con loro un’interlocuzione diretta individuando nei vertici delle loro strutture tecniche l'interfaccia per gli uffici regionali.”

Siamo consapevoli riferisce l’assessore Nicastro, “che si tratta di un passaggio delicato, ce ne rendiamo conto, ma abbiamo inteso intraprendere questa via per facilitare il compito dei comuni, per snellire i passaggi e raggiungere più agilmente un obiettivo che fino ad ora non si è centrato: l'elaborazione di proposte per il potenziamento dei servizi di raccolta utili a elevare i dati medi di raccolta differenziata a livello regionale. Tenuto conto che il mancato accesso al finanziamento da parte dei Comuni potrebbe determinare un ostacolo per la Regione Puglia al raggiungimento degli obiettivi fissati dalla normativa comunitaria, nazionale e regionale”.

Gli altri comuni commissariati con il suddetto provvedimento della Giunta Regionale sono: Vieste; Cagnano Varano; Carpino; Castelnuovo Monterotaro; Castelluccio dei Sauri; Castelnuovo della Daunia; Faeto; Motta Montecorvino; Rignano Garganico; San Marco la Catola; Volturara Appula; Volturino; Deliceto; Panni; Sant’Agata di Puglia; Spinazzola; Castellaneta; Crispiano; Ginosa; Martina Franca; Montemesola; Palagiano; Carosino; Fragagnano; Leporano; Monteiasi; Pulsano; Roccaforzata; San Giorgio Jonico; Cellino San Marco; Torchiarolo; Campi Salentina; Castrì di Lecce; Leverano; Porto Cesareo; Salice Salentino; San Cesario di Lecce; Surbo; Minervino di Lecce; Ortelle; Otranto; Sanarica; Uggiano La Chiesa; Alliste; Castrignano del Capo; Melissano.

Leggi tutto:

www.puglialive.net

Articolo letto 2696 volte Condividi questo articolo 0 commenti - Commenta »