» Home»Rubriche»Sport»Torre-Pino, 5 minuti di delirio

Torre-Pino, 5 minuti di delirio

Lunedì, 19 Ottobre 2009

Una cosa è certa: la terribile matricola di mister Zezza entra ufficialmente da oggi nel novero delle squadre rivelazione della Serie C1 2009/2010. Attenti a Maggiolini, capitan Iacovelli Guglielmi e il gigante Simone: con loro l’Aiace potrà farsi grande. Perché vincere su un campo come quello di Spinazzola, non è cosa per pochi. Certo ci era riuscita la Fuente alla prima di campionato, ma questa è tutta un'altra storia. Capitolo Torre-Pino: se quei 5 minuti di delirio (anzi, per la cronaca i minuti sono 2 e poco più) non ci fossero stati, staremmo parlando di una bella vittoria? Forse sì, dato che sino a quel momento gli uomini di mister Pantone stavano giocando alla grande. Ma si sa, una partita dura 60 minuti e questo, i nostri ragazzi evidentemente non l'hanno ancora capito. Onore e meriti all’Aiace, la prima vera rivelazione della C1 2009/2010.


CRONACA

Primo Tempo
Agli ordini dei signori Lamanuzzi di Molfetta e Villanova di Bari, alle 16.02 comincia il match. Mister Pantone ripropone il quintetto abituale, eccezion fatta per l’assenza dell’infortunato Camporeale. Out lo è pure, ancora, Micello. In porta ci va dunque il giovanissimo Renna: esordio ufficiale per lui. Lo accompagnano Moschetta, Cristiano, Minervino e De Sario. Mister Zezza risponde con Maggiolini tra i pali e Ferretti, Monno, Iacovelli e Simone a completare lo starting five iniziale. Pronti, via e al 2° minuto il Conversano passa. Simone sfruttando il suo fisico imponente, si lascia alle spalle Moschetta e non da scampo all'incolpevole Renna. 1-0. Maggiolini, di contro, è costretto sin da subito agli straordinari. Spesso e volentieri dovrà uscire dai pali per salvare la baracca: al 6° su De Sario, all'11° ancora su De Sario e cinque minuti dopo su Minervino. Nel mezzo due tentativi dell'Aiace con Iacovelli e Simone: Renna fa buona guardia. Allo scoccare del 17° la Torre-Pino riacciuffa il pari grazie a Cristiano, che si fa trovare pronto sulla corta ribattuta del portiere ospite. Primo gol stagionale per il laterale biancazzurro. Passano meno di 60 secondi e la TP affonda il colpo: De Sario da fuori area beffa Maggiolini e firma il sorpasso. 2-1. Entra in scena a questo punto il numero 7 Guglielmi, che comincia a prendere la mira e mette paura all’estremo difensore Renna. Il tempo che il piedino destro si scaldi a dovere e…l’Aiace perviene al pareggio. Sul tiro del sopra citato Guglielmi, il numero 3 Ferretti ci mette lo zampino e anticipando Renna porta i suoi in parità. 2-2. Ma il numero 7 ospite, ha appena iniziato a scaldarsi. La riprova un minuto dopo quando, con un siluro dalla distanza, non dà scampo al povero Renna e firma il sorpasso: 3-2. L’Aiace, tuttavia, ha ancora in serbo un’altra cattiva sorpresa. Il gigante Simone forse indispettitosi per aver perso il centro della scena, in un sol boccone salta Moschetta e Renna e a porta sguarnita firma il 4-2. Ora, non resta che difendersi dal ritorno di fiamma della Torre-Pino. Cristiano avrebbe subito l'occasione per andare negli spogliatoi con uno score più "abbordabile" ma da buona posizione calcerà alto. All'intervallo l’Aiace conduce per 4-2.

Secondo Tempo
Nella ripresa le occasioni, da un lato e dall'altro, si alterneranno vertiginosamente. Prima è Minervino a cogliere il palo a porta vuota. Poi è decisivo Renna a salvare sul solito Simone. Ancora occasione per i padroni di casa: al 6° De Sario non arriva sul pallone per un soffio, con il portiere già a terra. Due minuti dopo sarà la volta di Cristiano, che lanciato a tu per tu contro Maggiolini si farà ipnotizzare e sprecherà malamente. Un minuto dopo, l’ennesimo miracolo dell’estremo ospite, questa volta su Minervino. Terza chance sprecata dalla TP. La fortuna oggi non ne vuole sapere proprio. All'11° uno spiraglio. Cristiano dall'out di destra trova l'angolo giusto per battere Maggiolini, disattento in questa occasione. 3-4, e ci sono a disposizione ancora 19 minuti per pareggiare. Entra in campo Conte e si fa subito pericoloso, ma il solito numero 1 ospite sventerà il pericolo. L’Aiace poco a poco si rintana nella propria metà campo, lasciando spazio ed occasioni agli uomini di mister Pantone. L’ultima parte di gara insomma, prenderà la forma di un monologo biancazzurro. Cristiano, Minervino, Conca e De Sario. Ci provano un po’ tutti ma l'Aiace grazie al suo portiere, regge senza clamorosi scossoni. Nel primo dei due minuti di recupero accordati, Minervino avrà sui piedi una ghiotta chance, ma anche questa andrà a farsi friggere. A pochi secondi dalla fine ci prova pure il neo entrato Giorgio, italo-brasiliano al suo esordio assoluto con la Torre-Pino: Maggiolini attento, devia fuori. Triplice fischio finale. L’assedio non ha portato i frutti sperati.


Conclusioni

In un match tanto equilibrato la differenza, probabilmente, l’hanno fatta quei 5 minuti di delirio. 5 minuti di assenza gratuita che hanno dato il là alla vittoria conversanese. A Brindisi la “follia” ne durò 15. Un passo in avanti c’è stato, ma non è bastato. La strada buona tuttavia sembra essere proprio questa. L’Aiace, come detto in apertura, darà del filo da torcere a molte. Non a caso, al momento, occupa la terza posizione in compagnia di Futsal Barletta e Real Mola. Insomma, sconfitta è stata, evitabile senz'altro, ma non sono di certo mancati gli spunti positivi per mister Pantone. Adesso subito a lavoro in vista del prossimo match: la dura trasferta di Cerignola. I progressi mostrati in queste settimane porteranno alla prima vittoria esterna? Al campo l'ardua sentenza...

Articolo letto 1748 volte Condividi questo articolo