» Home»Rubriche»Sport»Torre-Pino, l'ora X

Torre-Pino, l'ora X

Giovedì, 5 Novembre 2009

Se la Torre-Pino ultimamente non se la sta passando tanto bene (vedi sconfitte contro Aiace Conversano e Virtus Mola) in casa Effe.Gi. Castellana di certo non si può dire che vada meglio. Gli 8 punti racimolati finora, frutto di 2 vittorie altrettanti pareggi e ben 3 sconfitte (Barletta, Virtus Mola e Sammichele) non danno ragione a chi a inizio anno vedeva nel team di mister Campagna una candidata alla vittoria finale. Va detto, altresì, che come scritto sopra le tre sconfitte sono arrivate contro tre "dirette concorrenti" e questo lascia pensare che forse l'Effe.Gi. abbia ereditato il "mal da big" del passato campionato, o quanto meno sia stata sfortunata nell'incontrarle proprio ad inizio stagione. Negli 8 punti fatti, però, va segnata ed in grassetto la vittoria alla 5^ di campionato contro la rivelazione Real Mola. Insomma, se ci aggiungiamo anche il pari casalingo alla 2^ giornata contro l'Aiace Conversano il quadro che ne viene fuori appare molto più chiaro: di fatto le ultime big da incontrare nelle prossime 8 partite del girone di andata sono Fuente Foggia e Nettuno. La strada appare in discesa. Appare. Tuttavia, non la pensa allo stesso modo il presidente Galizia Francesco che parla di campionato difficilissimo: "Il campionato è duro, qualcuno può pensare che sia facile ma non lo è assolutamente. Sarà difficile ed equilibrato fino alla fine. Non ci sono squadre materasso come lo scorso anno, e questo la dice lunga. Circa il nostro momento che dire? Abbiamo subito delle sconfitte a mio avviso immeritate. A Barletta, in pieno recupero, vincevamo 2-1 poi negli ultimi secondi ci hanno fatto due gol. Contro il Sammichele abbiamo perso 5-4 e sono risultate decisive alla fine, due autoreti dei nostri calcettisti: chi ha visto quella partita, ancora oggi si sta chiedendo come abbiamo fatto a perderla. Contro la Virtus la stessa cosa. Non inganni il parziale finale (6-0) perché se alla fine del primo tempo il risultato fosse stato 3-1 per noi non avremmo rubato niente: riuscimmo quel giorno a "divorarci" tre gol assurdi. A Cerignola, infine, abbiamo trovato un ambiente molto caldo. Insomma, al di là dei risultati, ogni partita giocata finora è stata sempre molto equilibrata e il cammino d'ora in poi non sarà più facile, anzi. Ogni gara sarà una battaglia". Sabato, quindi, al Comunale di Spinazzola che partita vedremo? "Una bella partita sicuramente, giocata a viso aperto da entrambe le squadre. Del resto quando si affrontano due squadre il cui obiettivo è la salvezza, le emozioni sono sempre garantite. La Torre-Pino tra l'altro, ultimamente, se escludiamo le prime due partite, sta facendo bei risultati. Noi di sicuro verremo con i piedi di piombo. Ai miei ragazzi ho chiesto un'unica cosa prima di scendere in campo: di ricordarsi e tenere bene a mente il 6-1 che ci rifilò la Torre-Pino lo scorso anno".


Capitolo Torre-Pino

Gli ultimi risultati, seppur negativi, hanno lasciato un segno più che positivo. Positivo perché non è da poco costringere le migliori della classe, come lo sono state finora Aiace Conversano e Virtus Mola, a soffrire così tanto prima di poter strappare qualche punto. Positivo e a maggior ragione se consideriamo che la TP ad oggi si presenta ancora come un cantiere aperto. Fortuna vuole che l'infermeria stia cominciando a svuotarsi: dovrebbero far parte del match sia Antonio Camporeale che Antonello Minervino, rispettivamente gli infortunati numero 7 e 8 da questo inizio stagione. Una brutta tegola che, a vedere le partite disputate finora, mister Pantone ha saputo rendere meno brutta. Ora che il peggio sembra passato, non resta che concentrarsi sugli obiettivi più imminenti. Il primo prende il nome di Effe.Gi. Castellana. E chissà se anche il presidente Pantone, prima di scendere in campo, chiederà ai suoi di ricordarsi il 6-1 dello scorso anno...

Articolo letto 1505 volte Condividi questo articolo