» Home»Rubriche»News»"Storia di Spinazzola"

"Storia di Spinazzola"

Martedì, 2 Febbraio 2010


COMUNICATO STAMPA

Il 20 febbraio 2010, alle ore 18.00, presso la Sala Consiliare del Comune di Spinazzola sarà presentato il volume degli Atti del Convegno ”Storia di Spinazzola. Gli uomini, le cose, gli eventi. Le origini”, promosso dall’Amministrazione Comunale e dal Centro Studi Storici e Socio-Religiosi in Puglia.


L’Amministrazione Comunale ha stabilito che le copie del volume saranno messe in distribuzione con applicazione di un “ticket” di € 5,00 il cui ricavato sarà interamente devoluto in beneficenza all’associazione locale “Coloriamo Insieme” e a Telethon.


La prof.ssa Liana Bertoldi Lenoci, dell’Università degli Studi di Bari e di Trieste-Gorizia, aprirà l’incontro e il prof. Pasquale Corsi, dell’Università degli Studi di Bari-Foggia, presenterà il volume.
L’iniziativa è stata patrocinata dalla Regione Puglia, dalle Province di Bari e della subentrata Barletta-Andria-Trani, dal Fondo per l’Ambiente Italiano e, a testimonianza del coinvolgimento e dell’interessamento delle risorse locali, dalla Pro Loco, dalla Banca di Credito Cooperativo di Spinazzola e dalla Cereal Fer Sementi snc dei fratelli Pantone.


Il volume racchiude gli atti dell’omonimo convegno tenutosi il 29 ottobre 2008 in cui sono stati resi noti i risultati di accurate ricerche svolte da docenti universitari pugliesi, tra i quali il Magnifico Rettore dell’Università di Foggia Prof. Giulio Volpe, studiosi della Soprintendenza ai Beni Archeologici, in primis il Direttore Generale Dr. Martines e docenti universitari, anche di altre regioni italiane ed esperti sulla realtà geologica, geofisica ed archeologica del nostro territorio, nonché selle diverse caratteristiche dell’ambiente che ci circonda e che ci ospita.
I geologi hanno raccontato la struttura ambientale del territorio, sulla cui base gli archeologi, con le loro scoperte, hanno testimoniato la presenza dell’uomo, delle sue culture, delle sue attività, dei suoi commerci. Sembra facile, ma in realtà questa storia, durata secoli e secoli, è ancora oggetto di ricerche che talvolta partono da esigui segnali che ai più possono apparire di difficile comprensione se non insignificanti, quali le stratificazioni del terreno, i resti di cinte murarie, i reperti di utensili o di armi talvolta di dimensioni estremamente ridotte, se non interpretate da studiosi con competenze e professionalità specifiche.
Tutto questo lo troviamo riassunto in un volume che vuole essere il primo tassello, sicuramente ancora non completo, di un più grande mosaico in cui troveranno spazio i periodi successivi della storia locale, a cominciare dalla storia medievale, che potranno essere oggetto di ulteriori convegni e relativa pubblicazione degli Atti.


Gli studiosi, la cittadinanza e la stampa sono invitati.


Il Sindaco
Dr. Carlo G. Scelzi

Articolo letto 6222 volte Condividi questo articolo